Anche gli Amaranto cadono allo Sgorbati

Anche gli Amaranto cadono allo Sgorbati
Serie B

Il Pieve infila il terzo risultato utile di fila, e si inserisce con solidità nella classe media della classifica della serie B centro Italia, piazzandosi ora all’ottavo posto con 11 punti in 5 partite

Sul campo dello Sgorbati sono ospiti i Lions Amaranto di Livorno, formazione strutturata con alle spalle già diversi campionati di B. Il Pieve parte subito forte, desideroso di dimostrare che i risultati positivi ottenuti con Siena e Jesi non sono casuali, e marca quasi subito la meta del vantaggio con Tassinari Giona. L’indisciplina e una struttura malfunzionante in touche, però, tengono in partita gli ospiti, che mettono in scacco la difesa pievese conquistando un paio di opportunità promettenti concretizzate da piede di Magni che mette il punteggio sul 7-3.

Pieve torna però in cattedra e gioca i migliori 20 minuti del suo match, bastano infatti un minimo di disciplina e delle fasi statiche solide per guadagnare avanzamenti costanti: le due mete di Tassinari Davide e Pondrelli ne sono la conseguenza. Il primo tempo si chiude dunque sul 19-3 che è anche risultato giusto per quanto visto in campo, con Pieve superiore ed apparentemente in controllo. Nella ripresa però cambia la musica, coi padroni di cassa che vanno in apnea, non riuscendo a conquistare neanche un pallone dalle proprie rimesse laterali e commettendo tantissimi falli (a fine gara i fischi contro Pieve saranno ben 18): gli Amaranto ne approfittano solo relativamente, segnando una meta intorno alla metà della ripresa con il capitano Scardino, ma non concretizzano ulteriormente la grossa mole di lavoro offensivo prodotto. Negli ultimi 10 minuti, coi livornesi ormai rassegnati alla sconfitta (anche per merito di una difesa biancoblu che si è esaltata nella resistenza a oltranza dentro la trincea della propria metà campo) Pieve torna a premere con insistenza, cercando la quarta meta del bonus, e per due volte arriva a un soffio dalla linea bianca, respinta soltanto da un’orgogliosa difesa amaranto, che nega la quarta meta ai padroni di casa.

Pieve coi 4 punti conquistati si stacca decisamente dalle ultime compagini della classifica, Formigine e Firenze, che sono guardacaso anche i prossimi avversari dei pievesi, determinati a conquistare altri punti nelle prossime due gare per chiudere definitivamente il discorso salvezza già nel girone di andata.

RUGBY PIEVE 1971 – LUNDAX LIONS AMARANTO 19-8

RUGBY PIEVE 1971: Rosso; Minarelli (20’ st Marchesini), Tassinari D., Aleotti (20’ st Fabbri), Ciffolillo; Govoni, Accorsi; Pondrelli, Tassinari G., Barletta (31’ st Cocchiarella); Lombardi (cap.), Preda ; Lindelli, Pritoni, Levorato. A disp.: Rosa, Mulè, Gambacorta, Mandrioli. All.: Renzo Balboni.

LUNDAX LIONS AMARANTO: Magni N.; Zaccagnini F. (16’ st Barsali), Freschi M., Bernini N. (36’ st Novi), Zaccagnini T. (29’ st Carniel); De Libero, Casalini; Scardino (cap.), Marchi, Chiarugi G. (34’ st Pannocchia); Quercioli, Ciandri (30’ st Ulbano); Filippi (dal 24’ pt al 34’ pt Togni) (34’ st Togni), Zingoni, Savaglia (34’ st Giugni). All.: Giacomo Bernini.

ARBITRO: Alessandro Vincenzo D’Orsi di Bologna.

MARCATORI: 8’ m. Tassinari G. tr. Govoni, 20’ cp Magni N., 30’ m. Pondrelli tr. Govoni, 43’ m. Tassinari D.; 59’ m. Scardino.

NOTE: giallo per Zaccagnini F. (28’ pt).