Pieve e Bologna domani in campo per il derby

Pieve e Bologna domani in campo per il derby
News, Serie B

Rugby Serie B Domani la sfida. Brolis, coach di una Bologna seconda: «Puntiamo in alto». Il collega Balboni: «I miei ragazzi fin qui super»

 

Un derby per continuare a sognare e consolidare il secondo posto in classifica. L’Emil Banca Bologna si appresta a scendere in campo, domani alle 14.30 sul terreno di casa del Bonori, per affrontare il Pieve in una stracittadina che mette di fronte le due realtà di serie B bolognese.

 

Coach Francesco Brolis, come sta l’Emil Banca Bologna?

«Non è un periodo facile per noi, causa tanti infortuni che hanno colpito la squadra; siamo in piena emergenza, ma paradossalmente l’ambiente è sereno e le oggettive difficoltà di organico hanno dato un unione ancora più forte alla squadra».

 

Si lavora bene al Bonori?

«Assolutamente si, sono molto contento dell’impegno dei ragazzi in allenamento. Sappiamo che ci attende un periodo fondamentale della stagione e ci stiamo preparando nel migliore dei modi».

 

Si entra nella fase decisiva della stagione.

«Quello che abbiamo di fronte sarà un mese decisivo, la squadra è pronta ai ragazzi non ho nulla da dire per la determinazione che mettono in ogni minuto dell’allenamento, il responso adesso lo darà il campo, ma ripeto la squadra c’è».

 

Il vostro 2024 è iniziato con tre bei successi con Siena, Lions Amaranto e Firenze.

«Sì, siamo andati bene, ci siamo imposti bene e ho visto grande consapevolezza dei nostri mezzi da parte dei ragazzi e siamo molto contenti di tutti gli esordi e dei giovani che hanno indossato la maglia della prima squadra».

 

Dicevamo che entrate nel periodo decisivo della stagione.

«Nessun proclamo, siamo secondi e con tutto un girone di ritorno da giocare. Romagna è un ottima squadra, Modena e Colorno sono eccellenti formazioni, ma noi lavoriamo per andare in campo per le 10 partite in programma per vincerle tutte, poi vedremo».

 

Si comincia con il derby.

«Sarà una partita fisica e dura; Pieve sta giocando un buon campionato e sicuramente contro di noi, visto che si tratta di un derby avranno stimoli aggiuntivi. Cercheranno di metterci pressione come all’andata, ma noi dal canto nostro non saremo da meno, non possiamo permetterci di perdere punti per strada».

 

Soddisfatto di come sta andando la stagione?

«Si, dobbiamo continuare a prendere sempre più consapevolezza. Abbiamo tutto per puntare in alto e per far bene».

___

 

Da matricola a protagonista, il Rugby Pieve alla sua prima stagione in serie B continua a stupire, con un lusinghiero settimo posto che ha portato i ragazzi di Adriano Balsemin ben lontano dalla zona pericolosa della classifica. A guidare un gruppo c’è Renzo Balboni giovane capoallenatore del Pieve che dopo aver diretto l’anno scorso l’Under 19 si è trovato, con il ripescaggio a guidare un gruppo di giovanissimi alla loro prima esperienza in serie B.

 

«Sono stracontento del lavoro svolto fin qui dai ragazzi e il merito va soprattutto a loro, alla società e a tutti coloro che ci aiutano in tutto e per tutto quest’estate è successo tutto molto in fretta sia per quel che riguarda me che poi per il ripescaggio, ma sono molto felice».

 

La serie B si è confermata una bella sfida per Pieve di Cento.

«Soprattutto dal punto di vista fisico. Questo è un campionato duro, dove serve un’ottima preparazione. Devo dire che mi sono trovato ad allenare un gruppo molto giovane, composto tutto da elementi alla loro prima esperienza in serie B, ma la loro risposta è stata straordinaria per impegno, serietà e partecipazione, basti pensare che agli allenamenti siamo sempre tantissimi».

 

Esperienza da giocatore da Top Ten con Parma, Cavalieri Prato, Rovigo e Viadana, a 35 anni come si trova a lavorare tra i senior?

«Ci sto mettendo tutto me stesso. Cerco di condivide con loro la mia esperienza, mi piace e vedo che i ragazzi sono recettivi, ma un plauso lo faccio ad uno staff che fa un lavoro incredibile e a tutti coloro che con il loro volontariato ci stanno dando una mano».

 

Un staff che sta facendo benissimo.

«I viceallenatori Luca Balboni e Franco Taddia, dal preparatore atletico Leonardo Zannarini, dall’accompagnatore Giuliano Pritoni e il magazziniere Davide Accorsi meritano una citazione per tutto quello che stanno facendo».

 

Domani c’è il derby con il Bologna.

«Ripensando a Rovigo-Petrarca di derby un po’ me ne intendo; c’è grande attesa e la giusta concentrazione per il confronto che ci attende. Sarà una bella partita, il Bologna è forte ma noi cercheremo, come abbiamo sempre cercato di fare, di far valere le nostre qualità senza snaturare il nostro gioco».

Filippo Mazzoni